Come si forma

All’interno dell’occhio c’è una piccola lente, poco più grande di una lentincchia, è il cristallino; quando questa lente si opacizza si forma la cataratta.

La funzione del cristallino è quella di far convenrgere la luce sulla retina; questa è una sottile membana posizionata nella parte profonda dell’occhio; essa con l’intermediazione di altre strutture trasmette le immagini al cervello. Se il cristallino diventa opaco, cioè se perde trasparenza, si forma la cataratta.

L’unica terapia valida è quella chirurgica.

Tipi di cataratta

  • Congenite: sono presenti sin dalla nascita
  • Traumatiche: compaiono a seguito di ferite o traumi
  • Farmacologiche: dovute all’uso di farmaci
  • Senili: dovute al naturale invecchiamento dell’occhio.

Alcuni sintomi

I sintomi della cataratta sono molteplici ma il più comune è una visione opaca, nebbiosa e indistinta.
Il paziente potrebbe apparire meno sicuro di sè nel camminare, nello scendere le scale, potrebbe accendere più luci in casa o fare fatica a vedere intorno a sé.
Anche i colori perdono di vivacità e le immagini diventano meno brillanti.

In Italia si operano circa 400.000 nuove cataratte e la grande maggioranza viene operata con ottimi risultati.